« »

Dissemination ITALY-Public event 21st April 2017

Dissemination Italy- It is about a public event organized within a popular and well known local and regional  fair which takes place every year in April in Gravina in Puglia (BA). This event was reallly important because all the school community and other stakeholders were in the hall of the fair to listen to students’ impressions and feelings after the first part of the projet.  All the community could be aware of the huge work carried out by the different classes involved in GAME and the students who were the main characters of the first Short-Term Exchange of Groups of Pupils in Latvia, from 3rd to 9th April 2017, reported their meanigful first experience in Erasmus+.

     

    

   

Dissemination Italy

Genius And Mission in Education

Project Code : 2016-1-IT02-KA219-024354_1

Gli alunni italiani partiti in Lettonia dal 3 al 9 aprile 2017 disseminano l’esperienza Erasmus+ durante l’evento “Scuole in Fiera” organizzato per la 723a Fiera di san Giorgio il 21 Aprile 2017.

Buongiorno a tutti,

è un piacere essere qui e testimoniare attraverso la nostra esperienza il primo scambio internazionale di BUONE PRATICHE avvenuto tra gli alunni provenienti dai differenti paesi partners del nostro progetto Erasmus+ GAME.

Lunedì 3 Aprile 2017, noi alunni delle classi 3aA, 3aC, 3aE siamo partiti per la Lettonia e approdati nella sua capitale Riga, per realizzare la 1st mission  Let’s Design Inclusion in team internazionali con gli altri Paesi aderenti al progetto ovvero la  Grecia, Romania, Spagna e Lettonia. Arrivati a destinazione siamo stati accolti dai nostri partners e dalle loro famiglie; inizialmente ci siamo sentiti disorientati e insicuri, timorosi di non riuscire a comunicare con loro. La prima notte eravamo impauriti dal fatto di dover dormire in case di persone che non conoscevamo, però già dalla mattina seguente ci siamo sentiti parte della famiglia. Ogni mattina siamo stati nella scuola di MARUPES e abbiamo potuto cogliere molte differenze rispetto alla organizzazione e struttura italiana come per esempio la grandezza dell’edificio e degli spazi a disposizione per attività ricreative, il possedere un armadietto per riporre i propri oggetti personali, il fatto che tutti gli alunni all’ora di pranzo si recavano ordinatamente verso la mensa. Una delle prime e delle più belle attività è stata “Ice Breaking Activities” dove ognuno di noi doveva, appunto, doveva “rompere il ghiaccio” con i ragazzi delle altre nazioni. Proprio durante quest’attività ci siamo sentiti tutti uguali nonostante le nostre diversità di tipo culturale, religioso e geografico. Infatti, ci siamo resi conto di quanti aspetti ci accomunino sebbene migliaia di Km ci separino gli uni dagli altri, in quel momento ci siamo sentiti come fratelli che collaboravano insieme per il raggiungimento di un unico obbiettivo, l’inclusione.  Nei giorni seguenti abbiamo svolto molte altre attività già sviluppate in Italia, come ad esempio il quiz interculturale, la caccia al tesoro e la scrittura degli articoli, ma svolgerle con altri ragazzi provenienti da altri Paesi europei e parlare in inglese è stata una esperienza unica, forte, coinvolgente, in una parola straordinaria. Abbiamo migliorato la nostra pronuncia e abbiamo notato come in ogni paese c’è un accento diverso e livelli differenti di conoscenze linguistiche, essendoci anche tra noi alunni di liceo. Nonostante le tante differenze culturali ci siamo sentiti una vera squadra, una grande famiglia, figli di quell’Europa che più volte tentano di distruggere e che noi, al contrario e a gran voce difendiamo e vogliamo tenere unita, perché noi siamo l’Europa. A questo proposito, l’ultimo giorno è stato sicuramente il più emozionante perché abbiamo svolto l’attività di debriefing, ovvero una attività conclusiva di riflessione sul nostro operato e su quello che è accaduto in quella breve ma intensa settimana vissuta in Lettonia, scegliendo una carta che potesse rappresentarci per esprimere le nostre emozioni e sentimenti su questa esperienza Erasmus+. La frase più ricorrente che risuona come un’eco nella nostra mente è “Abbiamo incontrato e conosciuto nuovi amici dai quali non vorremmo separarci, piuttosto vorremmo proseguire questo straordinario viaggio alla scoperta di noi stessi e degli altri”. Questa esperienza è stata magnifica perché ci ha insegnato il vero valore dell’unione e della collaborazione che c’è e ci sarà sempre fra noi.

GRAZIE PER AVERCI ASCOLTATO E SPERIAMO DI AVERVI AFFASCINATO CON I NOSTRI PENSIERI E RIFLESSIONI SU QUESTO PROGETTO CHE CI STA DANDO LA POSSIBILITÀ DI ESSERE CITTADINI EUROPEI A TUTTI GLI EFFETTI.

Alessandro Guarino – Gilda Marculli – Simona Moliterni (3A)

Miriana Cicala – Vito Cignolo (3C)

Francesco D’Alonzo – Vincenzo Lorusso (3E)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *